Ed eccomi qui per la seconda volta a San Diego alla Emerging Technology Conference 2007.

Come lo scorso anno il Lunedì vengono presentati una serie di tutorial su diversi argomenti. Mi trovo ora seduto ad ascoltare l’intervento di Marc Hedlund dal titolo Coder to Co-Founder: Entrepreneuring for Geeks.

I temi che verranno trattati saranno i seguenti:

1) Entrepreneur: perchè diventare un imprenditore
2) Starting: come fondare una start-up
3) People
4) Funding
5) Strategy
6) Tactics
7) Case Studies
8 ) Learning more: alcuni libri per approfondire i concetti qui accennati

1) Entrepreneur: perchè diventare un imprenditore

Ci sono diversi motivi per diventare imprenditori. Certamente fra questi i più importanti possono essere:
Something from nothing:

It’s good to be King: è indubbiamente fantastico avere un’idea, avere della gente che ci lavora e vedere se tutto funziona. Tutto ciò è estremamente gratificante. Ogni giorno nuovi problemi, tutte cose che non avete mai fatto prima, sempre qualcosa di nuovo da imparare. Come fondatore di una start up puoi fare tutto e questo è certamente divertente e stimolante.

Una delle caratteristiche più importanti per un imprenditore è l’abilità di ascoltare i pareri negativi sulla propria idea, di sollecitare i feedback e di imparare. Se siete più eccitati di quanto siate impauriti allora è il momento di iniziare. E’ razionale avere paura ma la si può superare con l’entusiasmo e l’eccitazione per l’inizio della nuova avventura imprenditoriale.

Better ideas: La tua idea è tanto migliore quanto conosci al meglio il business. I tecnologi amano pensare che tutte le migliori idee siano tecnologia ma purtroppo non è così. Marc suggerisce di ascoltare i commerciali ed i loro clienti. Ottimo suggerimento ma probabilmente varrebbe la pena non soffermarsi solo sui commerciali.

Losing sucks: inserire nel proprio curriculum la creazione di una start-up può essere controproducente perchè la gente che lo leggerà immaginerà che ve ne andrete dal lavoro non appena vi verrà una buona idea. Sviluppare un business è molto difficile ma si impara moltissimo.

Good Reason: una buona ragione per aprire una nuova azienda e che lavorerete ad argomenti e business di vosro interesse.

Bad Reason: non iniziate una nuova attività per diventare ricchi o famosi, non fatelo perchè così avrete il cntrollo totale di ciò che accade. Così purtroppo non può funzionare.

2) Starting

L’idea: l’idea non è un oggetto statico ma può cambiare in qualunque momento. Parlare con la gente può aiutarvi ad identificare “la domanda” ed a raffinare l’idea

Build what you know: è sempre meglio lavorare su attività che già si conoscono in modo tale da non fare un completo salto nel buio

Give people what they need: capire le vere necessità delle persone è il punto fondamentale. Dare una risposta a queste necessità è garanzia di vittoria

Keeping secret from the market: tenere troppo nascoste le proprie idee può essere controproducente. I feedback sono importanti ed il confronto delle idee anche.

Prudence becomes procrastination: troppa prudenza può portare a perdere “l’attimo fuggente”

Momentum builds on itself: fare dei prototipi, demo e cose del genere aiuterà la gente a capire la vostra idea ed ad entusiasmarsi ad essa

Partners: è enormemente importante avere dei partner. Dei soci o altre aziende possono dare una spinta enorme alla propria attività.

Timing: nei momenti sbagliati i finanziamenti sono scarsissimi; nei momenti positivi assumere è difficile. ogni moment è buon per fondare una grande società. E’ però più importante avere una grande idea che scegliere il momento giusto per aprirla. Cercate di avvantaggiarvi del momento in cui inizierete

Competition: gli imprenditori sono normalmente impauriti dalla concorrenza. Non siatelo. La concorrenza è sempre positiva ed è fonte di grossi stimoli.

Do worry:

Don’t worry: