Dopo un’interminabile fila di BarCamp (siamo arrivati a quota 20) che hanno attraversato l’Italia da Milano a Matera, questa volta l’attenzione si sposta nel Nord-Est italiano, a Treviso per la precisione, dove, all’interno della Ghirada, il centro polisportivo del gruppo Verde Sport che coordina anche le società Benetton Basket, Sisley Volley e Benetton Rugby Sabato 22 e Domenica 23 Settembre 2007 si svolgerà “Un iternettiana invasione di campo” alias il Ghirada BarCamp.

Il BarCamp, per chi ancora non lo conoscesse, è una “non-conferenza nata dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in un ambiente aperto e libero. Un evento intenso con discussioni, demo e molta interazione tra i partecipanti. Se hai qualcosa da condividere o il desiderio di imparare sei benvenuto e invitato a partecipare” (Wikipedia).

Un’internettiana invasione di campo, è stata definita questa due giorni a Treviso…
Campo? Sì, perché (la Ghirada) è una struttura polifunzionale privata ma aperta a tutti, unica in Europa che durante il barcamp permetterà di:
* gironzolare per i 20 ettari di superficie scaricando in wi-fi la foto della fidanzata che lontana da noi si consola con la “shopping-terapia”…
* fare ‘due tiri’ a canestro tra una non-conferenza e l’altra…
* parlare con l’amico-collega che non vediamo da tempo restandocene a bordo piscina con i piedi a mollo…
* partecipare a 5 non-conferenze in contemporanea, dalle 10 di sabato 22 alle 17 di domenica 23, dando la possibilità a tutti ma proprio tutti di dire la loro e farsi ascoltare…

Internet? Già, perché il “fil rouge” alla base di questo e di tutti i barcamp sin qui svolti e in programma è la rete, in tutte le sue sfaccettature…
Perchè lo scambio d’idee, le presentazioni, le discussioni, gli incontri con tema il web saranno l’anima e la motivazione che spingeranno a partecipare non solo i bloggers e i campers già “smaliziati” ma anche gli appassionati e chi si sta avvicinando solo ora ai temi caldi della rete…

Le macro aree su cui ci si confrontarà per l’occasione saranno, oltre all’ormai consolidato Social Network e Web 2.0, l’interaction design, i virtual worlds ed i serious games, gamer e progamer, nuovi modi di produrre o promuovere musica in rete.

Durante la due giorni non ci saranno solo le “non conferenze” a farla da padrone, ma anche forum su temi specifici: formazione e apprendimento, uno spazio dedicato al “fenomeno Twitter”, uno spazio dedicato ai videogame, con particolare occhio ai game sportivi, un Blog Tv Lab sulle nuove tendenze televisive in rete.

Sarà, come ha scritto Vittorio Pasteris nel suo articolo su LaStampa.itUn po’ come essere per due giorni al mitico Googleplex di Mountain View dove i lavoratori di Google si divertono con pari piacevolezza con il lavoro e con lo sport.