Qualcuno ha mai sentito parlare di OpenMoko? In sala perecchi alzano la mano, io (kiaramente) non so di cosa si stia parlando.

Cos’è una “Ubiquitous Computing Platform”? Una piattaforma che possa essere inserita in ogni device per permettere di essere virtualmente always on.

Normalmente gli Ubiquitous Computing device sono:

  • application-specific
  • interact with more naturally
  • invisible

Uno dei problema di base è che ki sviluppa non sa ke applicazioni creare xè non si conosce l’hw e viceversa chi fa hw non sa cosa inserire nel device xè non ha idea di ke appplicazioni verrano inserite nel device

L’approccio tenuto da OpenMoko nello sviluppo di questa piattaforma (opensource, low level entrance, ecc) ha permesso una forte innovazione nel campo delle Ubiquitous Computing Platform

OpenMoko ha inoltre costruito la famiglia di palmari NEO , specificatamente disegnato con chip standard i cui driver sono completamente opensource

OpenMoko è basato su:

  • Linux
  • X11
  • GTK
  • Busybox, Matchbox
  • Udev

Per poter partecipare non è rikiesto di firmare nessun NDA, l’accesso al development enviroment è completamente free, nessuna qualification è rikiesta così come non è necessario nessun acquisto.

L’hw necessario di base è assolutamente normale:

  • 400 MHz ARM CPU
  • 640×480 (VGA) Touchscreen, GSM, GPRS, Bluetooth
  • GPRS
  • Wi-Fi
  • USB port (device/host)

Il palmare Neo può essere completamente riprogrammato (bootloader, etc)

Anche i CAD files del case sono “open sourced”

Ma rispetto all’iphone, ad android ed a Qtopia?

OpenMoko è un progetto + ke un prodotto

E’ un framework che permette ed incoraggia lo sviluppo di mobile computing devices o obiquitous computing devices innovativi

Openmoko Linux può essere installato su diversi hw e viceversa su Neo può essere installato altro sw

  • Androids apps on OpenMoko Linux
  • Qtopia on Neo HW

Collaborare e sharare invece di concentrare e scegliere è il motto di OpenMoko

Neo 1973 è sold out e nell’arco di 3 mesi Neo Freerunner sarà disponibile al pubblico