Torino Calcio a 5: 1 Fontana, 2 Binzaru, 3 Bussi, 6 De Lima, 7 Vacchina, 9 Ferramosca (Cap), 10 Radames, 11 Massimino All. Nizza

ASD CRD Torino C5: 5 D’Avanzo, 7 Dal Re, 8 Medici, 9 Ariafina, 10 Moramarco (Cap), 11 Gaude, 12 Fulgheri, 18 Caprini, 19 Gasbarroni, 77 Coppola All. Zaglio

Marcatori: (Torino), Coppola (CRD)

Ammoniti: Caprini, Coppola, Dal Re

Al Palatucci si sono affrontate per la prima giornata dei playoff del campionato Juniores le compagini del Torino Calcio a 5, vincitrice del Girone B, ed il CRD Torino C5, risultata 4a alla fine del torneo del Girone A del campionato. Partita sulla carta senza storia, con il Torino assoluto favorito alla vigilia visti i risultati fino ad oggi ottenuti, ed il CRD vittima sacrificale designata.

La partita iniza invece male per il Torino che non riesce a pressare alto il CRD e si trova spesso in difficoltà sulle ripartenze degli ospiti cosa che porta già al 3° minuto Nizza a chiedere timeout per dare un bello scossone ai suoi. Il Torino torna in campo con un altro piglio e chiude il primo tempo con il risultato di 5-1. Risultato che avrebbe comunque potuto essere più rotondo da parte di entrambe le squadre per le ottime parate di Fulgheri e Fontana e per una serie di legni presi dal Torino.

Il secondo tempo è a completamente a favore del Torino, con il CRD che di fatto non scende mai in campo permettendo ai padroni di casa di arrivare a 5 falli subiti dopo pochi minuti e di tirare 3 tiri liberi, di cui 2 neutralizzati da un Fulgheri in giornata di grazia. La partita si chiude con un rotondo 14-1, risultato assolutamente meritato per quanto fatto dai ragazzi di Nizza sopratutto nel secondo tempo

Il mister Zaglio a fine partita: “Voglio partire con i complimenti ai ns ragazzi per il raggiungimento dei Play-Off. Quello che però non è secondo me loro chiaro è che i Play-Off devono essere giocati con il piglio delle partite della vita. Invece i ragazzi hanno giocato un buon primo tempo ed il risultato di 5-1 non rispecchiava i valori in campo. Nel secondo tempo non siamo mai scesi in campo. Abbiamo solo pensato a tirare calci a caso al pallone ed agli avversari. Certi errori da due ragazzi come Moramarco e Gasbarroni, ormai nel giro della Rappresentativa Piemontese di Calcio a 5, non li voglio vedere. Loro devono essere il valore aggiunto di questa squadra. I pivot Coppola e Caprini e D’Avanzo non hanno quasi mai coperto le incursioni centrali del loro portatore di palla. Non esiste nel calcio a 5 che il portatore di palla avversario si trovi in uno contro uno davanti al portiere dopo aver saltato come un birillo il pivot che era in campo in quel momento. Troppi errori individuali, troppe diagonali difensive sbagliate, la banda regolarmente regalata agli avversari in fase difensiva e mai sfruttata in fase offensiva. La cosa che mi fa molto arrabbiare è che nelle ultime partite eravamo riusciti a correggere questi errori ed è bastata la settimana in cui non abbiamo giocato la partita con il Falchera per perdere tutto il buono che si era faticosamente ricostruito. Salvo pochissime cose di questa partita. Certamente la prestazione di Fulgheri è stata di buon livello, con 2 tiri liberi neutralizzati ed il terzo non parato per un soffio, più alcune parate importanti. Sono molto molto arrabbiato con i ragazzi. Alcuni atteggiamenti in campo e fuori devono scomparire. Mi aspetto una reazione ed una crescita caratteriale immediata da parte di qualcuno o temo per lui che vedrà più poco il campo di qui alla fine. Questo è il momento in cui si incominciano a tirare le somme dell’anno e si programma il futuro. E’ meglio che i ragazzi ne tengano conto se pensano di continuare a giocare qui”.