Formazioni

I Bassotti: 0 Bassis, 2 Hotea Dan Emilian, 3 Presta, 4 Spatrisano, 5 Gallina, 6 Ponte, 7 Buggè, 8 Vacca, 9 Franco, 10 Longo, 11 Minchillo, 12 Traina All. Cavagliato

FC Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Cannizzaro, 3 Benatello, 4 Fissore, 5 Ruffo, 7 Falconeri, 8 Manassero, 9 Nigero (Cap), 10 Mandelli All. Zaglio

Marcatori: Franco 2, Longo, Buggè 3, Minchillo 4 (I Bassotti) Nigero 2 (Virtus Nichelino)

Ammoniti: Vacca (I Bassotti)

Cronaca

Partita a senso unico alla palestra comunale di S. Gillio fra I Bassotti guidati da mister Cavagliato ed la Virtus Nichelino di mister Zaglio. Entrambe le formazioni si preentavano all’incontro con il morale a mille dopo le vittorie nella prima giornata. Nei primi minuti la Virtus metteva in grossa difficoltà i Bassotti rischiando per tre volte di andare in vantaggio; solo l’imprecisione degli avanti di Nichelino e la bravura di Traina impedivano ai ragazzi di Zaglio un meritato 1-0. Ma è solo un fuoco di paglia. Con il passare dei minuti I Bassotti prendono in mano la partita e si portano sul 2-0 grazie a Longo e Franco. Ma è il secondo gol di Franco a sciogliere come neve al sole i ragazzi di Nichelino. Da quel momeno fino a 10′ dal termine la partita è saldamente nelle mani dei Bassotti che rischiano pochissimo ed inanellano azioni offensive a non finire portando il risultato su un tondo 8-0. La partita si chiude complessivamente con un meritato 10-2 per i ragazzi di Cavagliato.

Mister Cavagliato a fine partita: “Il risultato è stato un po’ severo nei confronti del Nichelino,che nella prima parte della partita ci ha messo in grossa difficoltà, anche grazie alle parate di Traina siamo riusciti a tenere il risultato in nostro favore, nella ripresa il pressing alto praticato per tutta la partita ha dato i suoi frutti. Non montiamoci la testa e in bocca al lupo a loro per il campionato.”

Mister Zaglio ha così commentato: “Spero che i miei ragazzi decidano di giocare almeno la partita di ritorno con i Bassotti visto che quella di andata abbiamo smesso di giocarla dopo 10 minuti. E’ stata una prestazione vergognosa! Neanche la partita giocata male contro il Pinerolo è stata a questi livelli! A livello di singoli salvo pochissimo: troppi errori individuali, troppo nervosismo, nessuna attenzione al gioco, nessuna cattiveria agonistica, nessuna voglia di vincere la partita. A livello di squadra anche peggio: mai una diagonale fatta bene, nessuna pressione sul portatore di palla, perennemente schiacciati su due linee (nella migliore delle ipotesi!). Il calcio a 5 non è questo Ripeto il concetto che ho già espresso post Pinerolo: o i ragazzi si mettono in testa di giocare tutti in un certo modo o è meglio lasciare stare. Ci sono ragazzi che avranno questo come ultimo anno a loro disposizione per crescere in U18. O fanno il salto di qualità o il prossimo anno non troveranno una sola squadra che li prenderà in considerazione.”