Formazioni

Mont Blanc C5 VDA: 4) Gradi, 6) Nato, 7) Barmasse, 8) Ligato, 9) Verduci, 10) Lumia (Cap), 11) Bottani, 12) Basile. All. Bravi

EmmEffe Futsal: 1) Borgo 2) Primo, 3) Riggio, 4) Orlandi (Cap), 5) Liotta, 6) Loforte, 7) Falconeri, 8) Diaferia C., 9) Bellinello, 10)Mandelli, 11) Scarcelli, 12) Fulgheri. All. Zaglio.

Marcatori: Gradi, Nato 2 (Mont Blanc) Belinello, Diaferia, Loforte 3, Mandelli, Scarcelli (EmmEffe)

Partita dai due volti allo splendido palazzetto dello sport diCourmayeour. Primo tempo concluso con il parziale di 1-3 a favore dell’EmmEffe che ha controllato la partita imponendo il proprio ritmo di gioco e che ha subito il gol solo grazie ad una grande punizione del Mont Blanc, ed un secondo tempo terminato sul 3-7 ma con un risultato bugiardo per quanto dimostrato dal Mont Blanc che ha portato una pressione costante per 30 minuti mettendo in grossa crisi i ragazzi di mister Zaglio.

Matteo Bravi ha così commentato “Per noi la Juniores è un esperienza nuova perche è il primo anno che la società allestisce una formazione giovanile ed io insieme a due collaboratori ci siamo tuffati con entusiasmo in quest esperienza. Della partita di venerdì sono soddisfatto dell’atteggiamento dei ragazzi nella ripresa perche abbiamo reagito cercando di dare il massimo sapendo che i risultati probabilmente arriveranno piu avanti. Abbiamo avuto tre liberi non sfruttati ed un rigore netto non dato, occasioni che se realizzate avrebbero dato un esito diverso. Però va bene cosi rispetto alla prima giornata abbiamo fatto un passo in avanti. Il nostro obiettivo e di far crescere i ragazzi in un luogo sano, poi se il prossimo anno qualcuno potrà unirsi alla prima squadra tanto di guadagnato.”

“Ero davvero molto contento per quanto mostrato dai ragazzi nella prima frazione di gioco”, ha dichiaratoZaglio a fine partita, “Ottima personalità, buone trame offensive, la stessa grinta mostrata nel secondo tempo contro I Bassotti e qualche errore nei passaggi ma giustificato dalle piccole dimensioni del campo di gioco e da un parquet a cui non siamo abituati. Il secondo tempo è certamente stato a favore del Mont Blanc, che con una pressione altissima ci ha messo in grave imbarazzo in moltissime occasioni. Dobbiamo assolutamente rivedere e lavorare ancora molto sulle uscite da pressing e stare molto più attenti ai falli fatti. Tre tiri liberi subiti in un tempo sono davvero troppi!”