Calcio a 5/Futsal

Amichevole U18: EmmEffe – Top Five 4-7

0

Seconda uscita ufficiale per la neonata Under 18 guidata da mister Zaglio e seconda sconfitta. I ragazzi del Top Five di mister Caprio hanno fatto valere la maggior esperienza nel calcio a 5 e si impongono grazie ad una seconda frazione di gioco di buon livello.

Parziale di 2-0 a favore dell’EmmEffe fino all’intervallo grazie alla doppieta di Bellinello. Secondo tempo che si apre con l’uno due del Top Five che pareggia in pochi minuti e successivamente si porta in vantaggio per 3-2. Pareggio dell’incontenibile Bellinello. Intorno al 15 del secondo tempo si infortuna Di Filippo che, a causa di una brutta caduta, riporta una sublussazione alla spalla sinistra ed è accompagnato al pronto soccorso dell’Ospedale Martini. Il Top Five chiude la partita con il risultato di 4-7 e per l’EmmEffe l’ultima segnatura è di Scarcelli.

“E’ stata una discreta partita per noi fino al 15′ del secondo tempo” ha dichiarato Zaglio a fine partita”. “L’infortunio di Di Filippo ha sparigliato le carte. Luca è fondamentale per questa squadra. Il suo bagaglio tecnico e di esperienza è per noi al momento imprescindibile. Se non si fosse infortunato avrebbe chiuso la partita con 58′ giocati. Sono molto contente delle prestazioni individuali di molti dei nostri Di FilippoFulgheriOrlandi Bellinello su tutti. Oltre il 60% dei miei ragazzi arriva dal calcio a 11 e questa è per loro la prima esperienza vera di futsal. Bisogna avere pazienza e con molta calma far capir loro le differenze fondamentali. Abbiamo davvero dell’ottimo materiale. Tutto dipenderà da quanto loro avranno voglia di ascoltari e credermi ciecamente. Dobbiamo migliorare molto la fase difensiva ed il gioco corale ma ripeto se i ragazzi continueranno a seguirmi come hanno fatto in queste settimane sono convinto che finita la fase di rodaggio ci divertiremo”.

UFFICIALE – Zaglio nuovo allenatore della Under 18 (Juniores)

0

Il Pinerolo Calcio a 5 è lieto di comunicare di aver sottoscritto in data odierna un accordo annuale con il signor Massimo Zaglio, al quale è stato affidato l’incarico di allenatore responsabile della Squadra U18 (Juniores).

Il Presidente Franco Manassero desidera rivolgere a Massimo Zaglio, tecnico di grande temperamento e competenza, il suo più caloroso benvenuto alPinerolo Calcio a 5.

“Sono molto felice di essere finalmente arrivato al Pinerolo Calcio 5.” ha commentato Zaglio. ”C’era già stato un pur parlè lo scorso anno, ma non se ne era fatto nulla poichè avevo già dato la mia parola al presidente Cecchelani ed a mister Cantatore della Virtus Nichelino, che colgo l’occasione per ringraziare per la stagione appena conclusa e per l’opportunità che mi hanno dato. La mia decisione di venire al Pinerolo Calcio a 5 è fortemente figlia della volontà del presidente Manassero e mia di investire e credere nel settore giovanile. L’iscrizione nella prossima stagione di almeno due squadre giovanili (U21 e U18) è il primo segnale di questa nuova politica societaria”

La scheda di Massimo Zaglio

PG V N P Gf Gs Dif
10-11 Pinerolo Calcio a 5
U18 26
09-10 Virtus Nichelino
U18 26 5 2 19 99 157 -58
08-09   CRD Torino C5
U18 15 7 2 6 71 94 -23
C1 2 1 0 1 5 4 1

Campionato Juniores – Risultati 7a giornata di ritorno – Virtus Nichelino – Esseti 4-10

0

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Cannizzaro, 3 Bottino, 5 Pulli, 6 Molinelli, 7 Falconeri, 8 Manassero, 9 Nigero, 10 Mandelli (Cap), 11 Benatello All.Zaglio

Esseti: 1 Pulina, 2 Agrillo, 3 Strozzi, 4 Polidori, 7 Supino, 8 Moccia (Cap), 10 Merra All. Freccia

Marcatori: Nigero 3, Mandelli (Virtus), Merra 3, Strozzi 2, Supino 2, Moccia(Esseti)

Zaglio a fine partita:”Sono molto dispiaciuto per come è andata la partita. Ai ragazzi avevo chiesto certe cose e nulla è stato fatto. Continuiamo a patire la squadre più grintose di noi. Dopo il primo tempo della partita con l’Eurosporting ero convinto che i ragazzi avessero finalmente capito che cosa vuole dire avere personalità e cosa significa essere squadra. Purtroppo non è così. Noi non siamo quasi mai una squadra, ma solo cinque ragazzi che scendono in campo pensando di poter risolvere la partita da soli. Devo dire la verità: da molti dei ragazzi mi aspettavo molto di più quest’anno e sono molto deluso. Abbiamo alcuni elementi davvero interessanti ma, purtroppo per loro, molti di essi potranno continuare a giocare certamente con i loro amici ma difficilmente in squadre vere.”

Campionato Juniores – 5a di ritorno – Virtus Nichelino – Eurosporting 2-2

0

Formazioni

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Bonsignore, 3 Bottino, 4 Fissore, 5 Cannizzaro, 6 Molinelli, 7 Falconeri, 10 Mandelli (Cap), 11 Benatello All. Zaglio

Eurosporting: 1 Mrnardi, 2 Grazian, 3 Faretina, 4 Luppino, 5 Meina, 7 Paparella, 8 Tramarin, 9 Gaido (Cap), 11 Vaccari, 12 Campolongo All. Negro

Marcatori: Mandelli, Cannizzaro(Virtus) Paparella, Luppino(Eurosporting)

Ammoniti: Cannizzaro, Molinelli, Benatello (Virtus) Tramarin, Gaido, Vaccari(Eurosporting)

Zaglio a fine partita:”Sono molto contento per come la squadra ha interpretato la partita per50 minuti e molto arrabbiato per i soliti 10 minuti di follia che nelle ultime due partite ci hanno fatto perdere quattro punti. Questa settimana la squadra ha iniziato subito concentratissima e con una grinta davvero ammirevole. Abbiamo controllato la partita per tutto il primo tempo senza rischiare praticamente nulla, chiudendo in vantaggio per 1-0 grazie al gol segnato da Mandelli su assist di Bonsignore e prendendo 5 tra pali e traverse. Il secondo tempo è incominciato malissimo e noi non riuscivamo più a chiudere gli spazi come nel primo tempo; così l’Eurosporting prima è riuscito a pareggiare e poi a portarsi in vantaggio per 1-2. Solo in quel momento la squadra ha ricominciato a giocare tornando a pressare a tutto campo, pareggiando con Cannizzaro e prendendo altri 5 tra pali e traverse. Certo che il tiro libero subito negli ultimi 10 secondi del recupero poteva davvero essere la beffa finale ma, a dire la verità, non mi preoccupava più di tanto. E’ quasi un anno che Fulgheri non subisce gol su tiro libero. I quattro punti che ci mancano avrebbero certamente dato un grosso aiuto dal punto di vista del morale e della convinzione nei nostri mezzi. Oltretutto ci avrebbero portato in una zona di classifica più corretta rispetto alla mole ed alla qualità del gioco che stiamo esprimendo da inizio dicembre. Quello che ci manca ancora è un pizzico di cattiveria in più sottoporta da parte di alcuni dei ragazzi”

Tratto da www.virtusnichelino.com

Campionato Juniores – 1a di ritorno – Top Five vs Virtus Nichelino 8-5

0

Formazioni

Top Five: 1 Olivero (cap), 2 De Martini, 3 Rodofili, 4 Santandrea, 6 Gentile, 7 Bongiovanni, 8 Pelloni, 9 Pistillo, 10 Leone, 11 Prudente, 12 Pellegrino All. Caprio

Virtus Nichelino: 66 Fulgheri, 2 Bonsignore, 3 Bottino, 6 Molinelli, 7 Falconeri, 8 Manassero, 10 Mandelli (cap), 11 Benatello All. Zaglio

Marcatori: Leone 3, Prudente 2, Bongiovanni 2, Pelloni (Top Five) Benatello 2, Bottino 2, Manassero (Virtus)

Per la prima giornata di ritorno accoglie con una temperatura polare (-3 C )  le squadre del Top Five e della Virtus Nichelino dopo la lunga pausa natalizia. Finisce 8-5 a favore del Top Five, squadra con alcune ottime individualità, bravissima a cercare la vittoria con grinta e determinazione oltre che a sfruttare ogni minima indecisione difensiva della Virtus.

Caprio:”Buona partita con a sprazzi gioco molto divertente da parte di tutte e due le squadre, buone trame di gioco, nonostante il clima proibitivo. Il Nichelino probabilmente pagava le assenze e sicuramente il fatto di non essere abituati a giocare all’aperto. Ma nonostante questo la mano di Mister Zaglio si vede eccome. Sono soddisfatto di avere cominciato il girone di ritorno con una vittoria ma la mia squadra manca di continuità e questo si è visto venerdì quando il Nichelino è tornato sotto nel secondo tempo e ha rischiato di riprendere in mano la partita. Arbitraggio sostanzialmente positivo con piccoli errori non determinanti da entrambi le parti e grazie soprattutto alla correttezza delle due squadre. Adesso ci tocca il Torino. Vedremo di farli soffrire per guadagnarsi i tre punti ma sarà molto dura.”

Zaglio:”E’ un peccato ricominciare il campionato con una sconfitta ma il risultato è questo e non resta che accettarlo. Stasera c’è stato certamente un passo indietro rispetto alle ultime ottime prestazioni. Alcuni dei ragazzi hanno giocato sotto il loro standard e purtroppo abbiamo abbiamo fatto quello che sappiamo solo a sprazzi. In questo girone di riotrno il numero di punti che faremo dipenderà esclusivamente dalla nostra testa più che dai nostri schemi: quanta più convinzione e cattiveria metteremo nella ricerca del risultato tante più soddisfazioni ci prenderemo. Complimenti davvero al Top Five ed a mister Caprio, perchè rispetto alla partita di andata è cresciuta moltissimo dal punto di vista dell’organizzazione di gioco e degli schemi su palla ferma. La loro fame di vittoria ed il loro carattere hanno fatto la differenza alla fine.”

Calcetto e meritocrazia

0

Riporto una mail scritta da Mirko Trasciatti, uno dei soci fondatori di Fubles, e pubblicata su “Italians” di Beppe Severgnini, rubrica del Corriere.it, che mi sento di condividere in pieno.

Calcetto e meritocrazia

Caro Beppe, io mi immagino le pizzate fra Italians come una formidabile occasione per ricreare all’estero l’atmosfera tipicamente italiana del convivio. Una situazione seconda solamente ad una partita di calcetto. Già, perché per me ci sono pochi posti come il campo da calcio dove noi italiani troviamo l’occasione di riconoscerci e di dare il meglio. Salvo pochi casi, sul campo vince il migliore e, alla faccia dello stereotipo che ci vuole opportunisti e rinunciatari, gli italiani amano terribilmente essere i migliori, siamo competitivi e non solo, siamo anche e soprattutto dei vincenti. Basta metterci nelle condizioni di giocarcela ad armi pari, con regole chiare e valide per tutti. Quando si gioca una partita di calcetto ci si presenta in campo spogliati di ogni sovrastruttura o status symbol. Le lauree, i titoli, i vestiti le macchine e le “accompagnatrici” restano per loro natura confinati fuori dal campo e non potranno in alcun modo aiutare la propria prestazione. Nel calcetto persino saper parlare e’ un optional, e la mobilita’ sociale non ha eguali. In campo la gerarchia si azzera, e tutto poggia sui piedi, la grinta, l’intelligenza e lo stile con cui ci si relaziona con compagni e avversari. In pochi gesti viene fuori la personalita’ di ciascuno, e a ciascuno viene riconosciuta invariabilmente lo status e la considerazione che si merita. Non c’è bisogno di essere i più forti sul campo per essere i migliori. Non si riduce mai al semplice “più bravo” “meno bravo”, ma entrano in gioco tutte quelle sfaccetture della personalità, che emergono sul campo e che spesso hanno riscontro nella vita reale. La vanità, la superbia o la stoltezza così come l’intelligenza, l’impegno e la correttezza sono tutti tratti che forse si possono nascondere o vendere nella vita reale… ma non in un campo di calcetto. P.s sono co-fondatore di un sito protagonista in Italia di un fenomeno del tutto nuovo: lo sport sharing. Migliaia di ragazzi che si trovano per giocare!

Mirko Trasciatti

Campionato Juniores (U18) – 10a di andata – Virtus Nichelino vs Villanovetta 15-1

0

Formazioni

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Cannizzaro, 3 Bottino, 4 Fissore, 5 Ruffo, 7 Falconeri, 8 Manassero, 10 Mandelli (Cap), 11 Benatello All. Zaglio

Villanovetta: 1 Orsini, 4 Martino, 6 Daniele, 8 Ponso (Cap) , 14 Eandi

Marcatori: Mandelli 5, Benatello 4, Fissore 3, Bottino 2, Falconeri (Virtus) (Villanovetta)

I commenti a fine partita

Zaglio (Virtus): “Voglio ringraziare il Villanovetta per essere riuscito, nonostante tutti i problemi, a presentarsi a giocare la partita. Il risultato con uno scarto così ampio è certamente figlio della mancanza di ricambi in panchina da parte del Villanovetta che, oltretutto, ha dovuto ovviare a qualche problema fisico dei loro ragazzi durante la partita stessa. Detto ciò sono molto soddisfatto del gioco espresso dai nostri ragazzi e, soprattutto, di aver finalmente visto provare in partita cose che abbiamo fatto in allenamento. La squadra è certamente in crescita e questo mi fa, finalmente ben sperare per il proseguo del campionato. Certo che vedere la classifica attuale e ripensare ad alcune sconfitte mi fa arrabbiare molto. Ci mancano 6 punti e dovremo recuperarli assolutamente nel girone di ritorno.”

Campionato Juniores (U18) – 8a di andata – Virtus Nichelino vs Futsal Ciriè Fiano 7-4

0

Formazioni:

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 3 Bottino, 4 Fissore, 6 Molinelli (Cap), 7 Falconeri, 9 Nigero, 10 Mandelli, 11 Benatello All. Zaglio

Futsal Ciriè Fiano: 1 Coppola, 2 Parola, 3 Burdisso, 4 Miccoli, 5 Parola, 7 Borelli, 8 Benedetto, 9 Miola, 11 Rolle, 12 Recchia All.

Marcatori: Benatello, Molinelli, Mandelli, Nigero 4(Virtus Nichelino) Miccoli, Miola(Ciriè Fiano)

Cronaca

Per l’ottava giornata di andata del campionato juniores Virtus Nichelino e Futsal Ciriè Fiano si trovano a giocare un match da ultima spiaggia per cercare di dare un sapore diverso alla propria stagione. La spunta la Virtus Nichelino in un match sempre aperto a casa dell’incapacità della Virtus di chiudere definitivamente la partita nei momenti topici.

Mister Zaglio a fine partita:”Sono certamente soddisfatto del risultato finale ma rimango convinto che i ragazzi possano fare molto meglio. Nei primi 10 minuti del secondo tempo siamo rimasti con la testa negli spogliatoi ed abbiamo permesso al Ciriè di riaprire una partita che doveva essere chiusa. Sono molto contento per la prestazione di Benatello che è stata finalmente al suo livello e che, oltretutto, si è finalmente sbloccato anche sotto porta. Il ragazzo ha dei numeri che lo possono certamente portare nel giro della rappresentativa piemontese ma deve ricordarsi sempre di giocare facile e di non innervosirsi troppo facilmente. Lui e Nigero, altro valore aggiunto della nostra squadra, hanno l’onore e l’onere di allenarsi e giocare sempre con la prima suqadra. Questo purtroppo per loro significa dover dare l’esempio ed aiutore i loro compagni nei momenti di difficoltà, oltr che prendersi la squadra sulle spalle quando le cose non vanno. Se loro giocano come sanno i compagni e la squadra ne traggono vantaggi enormi.”

Campionato Juniores (U18) – 6a di andata – Virtus Nichelino vs Asti Garage 2-5

0

Formazioni

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Cannizzaro, 6 Molinelli (Cap), 7 Falconeri, 9 Nigero, 10 Mandelli, 11 Bottino All. Zaglio

Asti Garage: 1 Mussa, 2 Coppola, 3 Bellè, 4 Volpato, 5 Vigilante (Cap), 6 Vecchiè, 7 De Simone, 8 Ligresti, 9 Guercio, 10 Modica, 11 Lovisolo, 12 Fogliotti All. Penna

Marcatori: Falconeri, Cannizzaro(Virtus) Bellè 2, Vecchiè, Ligresti, Modica(Asti)

Commenti

Zaglio (Virtus): “Ormai c’è poco da parlare e molto la lavorare. I ragazzi ci mettono certamente la voglia ma è indubbio che ci siano dei problemi, alcuni dei quali sono risolvibili con tanta applicazione e tanto lavoro mentre altri sono costituzionai alla squadra. Ci mancano degli elementi in alcuni punti chiave. Un ultimo uomo non si può inventare e, nonostante l’impegno profuso da tutti i ragazzi che ho già alternato in quel ruolo, purtroppo nessuno è in grado di farlo al meglio. I ragazzi difettano inoltre di personalità e di spirito d’iniziativa. In allenamento certi movimenti ci riescono mentre appena entriamo in campo contro avversari veri piuttosto che provare certe cose lasciamo stare e spazziamo sperando che il pivot di turno faccia una magia. Ripeto, siamo certamente in un brutto momento e sono assolutamente convinto che si possa uscirne  lavorando tantissimo e con tanta tanta attenzione ai particolari”

Penna (Asti): “Direi partita piacevole, entrambe le squadre hanno mostrato un atteggiamento propositivo. Risultato a parer mio giusto, con tante opportunità create anche se è mancata un pizzico di concretezza sotto porta. Onore agli avversari che ci hanno messo in difficoltà e ci hanno provato fino alla fine. Incamerati con soddisfazione questi 3 punti, in settimana cercheremo di preparare al meglio il prox il match contro il Torino”

Campionato Juniores (U18) – 5a di andata – Eurosporting vs Virtus Nichelino 6-4

0

Formazioni

Eurosporting: 1 Menardi, 3 Faretina, 4 Luppino, 5 Meina, 7 Paparella, 8 Tramarin, 9 Gaido (Cap) 11 Vaccari, 12 Campolongo All. Negro

Virtus Nichelino: 1 Fulgheri, 2 Cannizzaro,3 Benatello, 4 Fissore (Cap), 7 Falconeri, 8 Manassero, 9 Nigero All. Zaglio

Marcatori: Luppino, Meina 4, Gaido (Eurosporting) Fissore, Falconeri, Manassero, Nigero(Virtus)

Ammoniti: Meina (Eurosporting)

Cronaca:

Per la 5a giornata di andata del campionato regionale Under 18 si sono affrontate presso l’impianto Sporting Grugliasco le squadre dell’Eurosporting, reduce dal pareggio in casa del Top Five, e la Virtus Nichelino, vincente ma non convincente contro l’Elledi Carmagnola.

Partita che per 13 minuti viaggia su toni soporiferi per colpa delle due squadre, certamente più a loro agio nel gioco di rimessa più che nella costruzione. E’ però L’Eurosporting di Negro a portarsi in vantaggio per prima ed a raddoppiare 4 minuti dopo portando il risultato sul meritato 2-0. Come spesso ultimamente capita alla Virtus, i ragazzi di Zaglio passano molto più tempo a litigare fra loro piuttosto che provare a recuperare un risultato certamente ancora non compromesso; in maniera abbastanza inaspettata, con in campo il  quintetto certamente meno esperto, al 28′  la Virtus accorcia le distanze e chiude il tempo con il risultato di 2-1 per l’Eurosporting.

I primi 6 minuti del secondo tempo fanno ben sperare la Virtus che con i gol di Falconeri, con una ripartenza da palla rubata, e Manassero, con una gran botta dalla distanza, ribalta il risultato portandolo sul 2-3. La Virtus riesce a controllare il risultato per pochi minuti. Poi prima Luppino (ex Pinerolo) e quindi Meina, salito in cattedra con una splendida tripletta in 6 minuti complice qualche disattenzione di Fulgheri portano il risultato sul 6-3 per i padroni di casa. Il risultato si fissa sul 6-4 finale con una potente punizione di Nigero nel finale.

Zaglio a fine partita: “Questa sera la voglia di parlare è proprio poca. Il risultato non è solo figlio di una prestazione vergognosa ma, e soprattutto, di comportamenti inaccettabili da parte di alcuni dei ragazzi. Non intendo assolutamente lasciare che la squadra prenda questa brutta piega e per questo, in pieno accordo con la società, alcuni ragazzi saranno puniti. Da certe persone io mi aspettavo oltre che un comportamento diverso, anche delle prestazioni di livello notevolmente superiore. E’ molto facile fare buone prestazioni in prima squadra, dove il livello tecnico è più alto ed i compagni ti aiutano ad inserirti. Quando invece uno dovrebbe fare la differenza nella propria categoria di appartenenza i problemi aumentano perchè è li che uno dovrebbe mettere a disposizione dei propri compagni la propria esperienza nelle categorie superiori e prendersi la squdra sulle spalle nei momenti di difficoltà. Chiaro che è molto più facile criticare i compagni e non prendersi le proprie responsabilità piuttosto che metterci la faccia e soprattutto le palle.”

Go to Top