Social Network

Facebook Pages ed i Tag sulle foto.

4

Facebook PagesQuest’oggi per puro caso chiacchierando con un amico mi è stato fatto notare che su una delle pagine di Facebook che gestisco in qualità di amministratore non si può taggare le foto. “O diamine non è possibile! Nelle opzioni sulla privacy non ho messo nessun blocco di questo tipo!” rispondo io.

E’ partita a questo punto la caccia al tesoro sulle vere motivazioni di quanto accaduto. Da ceh mondo e mondo sul proprio profilo personale si può modificare le opzioni di privacy del singolo Foto Album quindi non capisco perchè tutto ciò non si possa fare anche su una “Pagina“. Ho letto buona parte dell’Help ufficiale di Facebook ma nulla. Si parla solo di Foto Album del proprio profilo personale ma nulla degli Foto Album creati sulle “Pagine”.

A forza si cercare ecco la risposta: ad una precisa richiesta al team di sviluppo di Facebook sulla possibilità di far taggare le foto i propri Fans un utente suggeriva un simpatico workaround che si è dimostrato la soluzione al problema. Condivido la risposta perchè imaggino di non essere l’unico ad aver avuto questo problema:

  • Entrare nella pagina in questione
  • Cliccare su Modifica la pagina (o Edit Page)
  • Nella barra degli indirizzi del vostro browser comparirà l’identificativo unico (numerico) della vostra pagina subito dopo “edit/?id=XXXXXXXXXX“. Copiate quel numero
  • Cliccate sull’URL che segue sostituendo alla scritta RAPLACEME l’identificativo della vostra pagina (http://www.facebook.com/pages/edit/app_settings.php?id=REPLACEME&aid=2305272732)
  • Selezionate l’opzione “Consenti ai Fans di taggare le foto” (Allow All Fans to Tag Photos)
  • Salvate le nuove opzioni

Buon compleanno Facebook!

0

Facebook LogoOggi è il compleanno di Facebook! Sono passati ben 6 anni da quando l’ormai arcinota piattaforma di social network ha registrato i suoi primi utenti e di strada ne ha fatta davvero tanta!

Di seguito il post ufficiale dell’ormai mitico Zuckerberg con i suoi pensieri su tutto ciò che è accaduto dal primo giorno a oggi.

Six Years of Making Connections
by Mark Zuckerberg Fri at 2:41am

Today we’re celebrating our sixth birthday, and this week there will be 400 million people on Facebook. Just one year ago we served less than half as many people, and thanks to you we’ve made great progress over the last year towards making the world more open and connected.

Facebook began six years ago today as a product that my roommates and I built to help people around us connect easily, share information and understand one another better. We hoped Facebook would improve people’s lives in important ways. So it’s rewarding to see that as Facebook has grown, people around the world are using the service to share information about events big and small and to stay connected to everyone they care about.

For me personally, this has meant being able to remain close and connected to schoolmates, family and colleagues while working hard at building Facebook over the past six years. It has also been especially meaningful to me and to everyone at Facebook to see people using Facebook to seek help, share news and lend support during crises.

Whether in times of tragedy or joy, people want to share and help one another. This human need is what inspires us to continue to innovate and build things that allow people to connect easily and share their lives with one another.

So to celebrate six years of Facebook and the 400 million people on the service, we’re doing what we like doing most—building and launching products for people. Tonight we’ll host a celebration at Facebook headquarters, and we’ll release a handful of new things that will improve people’s Facebook experience, including a couple that people have requested a lot. We’ll post more details to our blog in a few hours.

After the launch we’re going to celebrate with a Hackathon—an event where all of us stay up all night coding and building out our new ideas for our next wave of products for you.

Thanks again for making Facebook a part of your life. Happy sixth birthday to Facebook and our whole community. We look forward to building more things and continuing to serve you for many more years to come.

Il crowdsourcing applicato alla governance

0

Quando si pensa al crowdsourcing la prima immagine che viene in mente è quella di un’azienda che ha bisogno di risolvere uno specifico problema legato al suo prodotto/servizio e, come soluzione, adotta questo tipo di modello richiedendo l’aiuto del popolo della rete, come abbiamo visto ad esempio nei casi di Facebook e Virgin America.
Henry Jenkins segnala dal suo blog un documento di Daren C. Brabham, dottorando presso l’Università dello Utah, in cui viene trattato un nuovo campo di applicazione per il crowdsourcing, quello della governance. Secondo Brabham, infatti, questo modello può essere adatto a risolvere alcuni problemi di amministrazione pubblica, affiancandosi ad altre forme tradizionali di partecipazione, con lo scopo di migliorare l’azione di governo attraverso un incremento degli input forniti dai cittadini. Negli Stati Uniti uno degli esempi è Peer-to-Patent. Il progetto, inaugurato nel giugno 2007, è sviluppato dal New York Law School’s Institute for Information Law and Policy, in collaborazione con l’Ufficio Brevetti americano. Il progetto prevede il coinvolgimento di una community online nel controllo preliminare delle richieste di brevetto pervenute all’ufficio, controllo mirato all’individuazione di eventuali conflitti con brevetti già assegnati per la medesima idea. L’obiettivo è chiaramente quello di velocizzare il processo, potendo contare su un numero molto più elevato di persone adibite al controllo.

Il resto dell’articolo qui

Go to Top